15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://harowo.com 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Google è un passo più vicino all’ingresso nello spazio Blockchain

Google sembra aver finito con la sperimentazione leggera ed è finalmente pronto a fare sul serio quando si tratta di tecnologia blockchain. Il gigante tecnologico di Mountain View ha recentemente annunciato sul suo blog una nuova partnership con due entusiasmanti startup blockchain, vale a dire Risorse digitali e BlockApps.

L’annuncio arriva poco prima del Google Cloud Next ’18 conferenza in programma dal 24 al 26 luglio 2018 a San Francisco. La motivazione principale di questa partnership è la necessità di Google di portare le soluzioni DLT (Distributed Ledger Technologies) al proprio GCP (Google Cloud Platform).

Google non è stato l’unico a rilasciare comunicati stampa, poiché sia ​​Digital Asset che BlockApps erano ansiosi di esprimere entusiasmo sui loro blog.

Asset digitale che esprime entusiasmo

Risorse digitali comunicato stampa ha annunciato “una nuova collaborazione con Google Cloud per portare la piattaforma blockchain e gli strumenti per sviluppatori di Digital Asset su Google Cloud Platform”. Digital Asset ha ulteriormente enfatizzato i principali vantaggi che porterebbe sul tavolo affermando che gli sviluppatori GCP ora avrebbero “accesso a una suite completa di strumenti e servizi per creare, testare e distribuire applicazioni di registro distribuite su richiesta e senza dover configurare il sottostante piattaforma.”

Nello stesso comunicato stampa, il CEO di Digital Asset Holdings, Blythe Masters, ha espresso il suo punto di vista ottimistico sulla partnership come segue: “Stiamo collaborando con Google Cloud per fornire agli sviluppatori una soluzione full stack in modo che possano liberare il potenziale di innovazione basata sul web nella blockchain. Ciò ridurrà le barriere tecniche allo sviluppo di applicazioni DLT fornendo la nostra piattaforma avanzata di registro distribuito e il nostro linguaggio di modellazione a Google Cloud “.

I pensieri ottimisti del CEO sono condivisi anche dal responsabile della piattaforma dei servizi finanziari di Google Cloud, Leonard Haw: “Siamo lieti di innovare con Digital Asset nello spazio del registro distribuito. La DLT ha un grande potenziale per avvantaggiare i clienti non solo nel settore dei servizi finanziari, ma in molti settori e siamo entusiasti di portare questi strumenti per sviluppatori su Google Cloud “.

L’annuncio di Digital Asset prosegue dicendo che anche Google ha aderito al programma per sviluppatori beta privata dell’azienda. In breve, il programma per sviluppatori fornisce agli sviluppatori Google l’accesso al Software Development Kit (SDK) per il Digital Asset Modeling Language (DAML). “I Solution Architects di Google ora hanno accesso alla DAML SDK Developer Preview per esplorare le applicazioni blockchain con i loro clienti”.

Come indicato nel comunicato stampa: “In collaborazione con Google Cloud, Digital Asset ha ampliato il suo programma per sviluppatori per includere DAML Platform-as-a-Service (PaaS) su Google Cloud Platform. DAML PaaS è una soluzione completamente gestita che gli sviluppatori possono utilizzare per testare e distribuire applicazioni DLT, accessibile tramite le tecnologie di mercato delle applicazioni Orbitera di Google Cloud. In combinazione con DAML SDK, gli sviluppatori ora dispongono di un toolkit end-to-end per creare e distribuire sofisticate applicazioni distribuite “.

BlockApps, pronta a dare una mano a Google per entrare nello spazio blockchain

Come accennato in precedenza, BlockApps ha anche annunciato la partnership tramite il proprio comunicato stampa. Il comunicato stampa si concentra su BlockApps STRATO, una “piattaforma di soluzioni Blockchain-as-a-Service a distribuzione rapida per le imprese”.

“BlockApps STRATO è la prima piattaforma Blockchain-as-a-Service, che consente la creazione di soluzioni blockchain per tutti i verticali del settore. BlockApps ha lanciato la categoria Blockchain-as-a-Service più di due anni fa e continua a definire gli standard per le blockchain aziendali … Sulla base del protocollo Ethereum, BlockApps STRATO fornisce funzionalità di integrazione API di livello aziendale, algoritmi di consenso configurabili e la capacità di eseguire query e report sui dati blockchain utilizzando un database SQL tradizionale … Gli sviluppatori di applicazioni troveranno STRATO familiare, facile da usare e facile da integrare con i sistemi aziendali esistenti. Ciò consente ai team aziendali di iniziare rapidamente a creare applicazioni blockchain “.

Il CEO di BlockApps, Kieren James-Lubin, ha affermato che “BlockApps è lieta di integrare la nostra piattaforma con GCP e supportare i clienti GCP, sia esistenti che nuovi, nel loro viaggio verso la creazione di soluzioni tecnologiche blockchain”.

Questa è un’ottima mossa per Google, poiché è attualmente in ritardo rispetto a vari concorrenti come Amazon Web Services e Microsoft Azure, che offrono entrambi le proprie soluzioni blockchain chiamate rispettivamente Blockchain Templates e Blockchain Workbench.

Previous Post
O que é negociação de margem de criptomoeda? | Guia do iniciante
Next Post
Как да играете онлайн поки за истински пари в Австралия