15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://harowo.com 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Scambi decentralizzati vs centralizzati: tutto ciò che devi sapere

Il decentramento costituisce la distribuzione dei poteri decisionali da un’unica autorità centrale. Questa è una delle caratteristiche più interessanti della criptovaluta in quanto non può essere controllata centralmente.

Nei sistemi peer-to-peer utilizzati dalla maggior parte delle reti di criptovaluta, le transazioni sono convalidate da un gruppo distribuito di minatori di rete, quindi il trasferimento di valore non necessita di un’autorità centrale per essere coinvolto.

Tuttavia, il principio di decentralizzazione che è incarnato nella criptovaluta non è stato ancora completamente integrato nel mondo degli scambi di criptovaluta. La maggior parte degli scambi di criptovaluta avviene su scambi centralizzati, invece di avvenire su scambi decentralizzati.

Scambi centralizzati

Gli scambi centralizzati sono piattaforme gestite da società che fungono da intermediari che facilitano e mediano il processo di negoziazione. In cambio della fornitura di questo servizio, addebitano commissioni di negoziazione. Gli scambi centralizzati fungono da gateway per i nuovi arrivati ​​che stanno cercando di entrare nel mondo del trading di criptovalute. Questo perché molte persone cercano un’interfaccia che offra connessione sia al trading di criptovaluta che all’economia tradizionale, che gli scambi centralizzati forniscono.

Fin dalla loro comparsa, questo tipo di scambi ha dato alle criptovalute come Bitcoin, Ethereum ecc.più esposizione a un pubblico più ampio, fornendo lo slancio e la liquidità necessari per far notare alle masse i mercati delle criptovalute.

Ma presentano anche una serie di svantaggi e hanno affrontato molte critiche dalla community in merito a diverse questioni, che erano:

Hack e fondi rubati: Negli ultimi 9 anni, si sono verificati oltre 30 attacchi di scambio di criptovaluta in cui sono stati rubati fondi, alcuni degli incidenti più importanti sono stati Mt.Gox, BitGrail, Coincheck ecc. sfruttando le vulnerabilità nei loro sistemi.

Divieto governativo: Non tutti i governi accolgono favorevolmente le criptovalute, con alcuni di loro che applicano rigide normative per il trading, il mining e altre attività legate alle criptovalute. I divieti e le repressioni di maggior rilievo sono avvenuti in Cina, Corea e Russia.

Mancanza di un buon sistema di supporto: Molti utenti di central exchange si sono lamentati dei tempi di risposta lenti e spesso i loro problemi hanno richiesto settimane per essere risolti. Ciò è dannoso in un mercato che è per sua natura altamente volatile e il tempo è essenziale.

Quando acquisti criptovalute su scambi centralizzati, in realtà non le possiedi poiché gli scambi non ti danno le chiavi private dei tuoi fondi. Invece, il numero di crittografia appropriato viene accreditato da loro sul tuo ordine.

Inoltre, c’è la questione della conformità KYC e della presentazione dei documenti di identità che devono essere eseguiti quando si utilizzano tali servizi centralizzati. Questo ti espone a un’altra vulnerabilità, quella del furto di identità o della fuga di informazioni sull’identità personale tramite scambi centralizzati.

Gli scambi centralizzati più popolari del mercato non elencano la maggior parte delle ICO o delle vendite di token a causa delle rigide normative applicate dalla SEC statunitense e dal resto dei governi. Gli scambi di alto profilo possono andare avanti per mesi senza elencare alcun token ICO che può causare problemi di liquidità per buoni ICO o vendite di token.

Esempi di scambi centralizzati includono: Bittrex, Bitfinex, Coinbase, Kraken, Binance, BitMex, OKEx, Huobi, Poloniex, ecc.

Scambi decentralizzati

Gli scambi decentralizzati eliminano la necessità che terze parti fungano da intermedie per il loro funzionamento. Invece di abbinare gli ordini di acquisto e di vendita in un libro degli ordini, uno scambio decentralizzato abbina direttamente le persone che hanno piazzato quegli ordini di acquisto e vendita.

Il sistema su cui si basano gli scambi decentralizzati offre vantaggi significativi a coloro che li utilizzano. Poiché non esiste un intermediario, ciò si traduce in commissioni di negoziazione molto basse poiché non ci sono quasi spese aziendali.

Gli scambi decentralizzati offrono anche maggiore privacy, poiché richiedono informazioni personali e una prova di identità per consentire agli utenti di fare trading sulla loro piattaforma. Qualsiasi divulgazione dell’identità è richiesta alla persona con cui si sta conducendo lo scambio.

La sicurezza è anche più migliorata sulle piattaforme di scambio decentralizzate, in quanto non detengono criptovaluta per gli utenti, ma collegano le parti commerciali direttamente tra loro. Ciò significa che non ci sono server che possono essere violati e che le chiavi private vengono rubate perché non esistono.

Ma nonostante i suoi numerosi vantaggi interessanti, gli scambi decentralizzati non sono così popolari come i loro colleghi centralizzati. Ciò può complicare il processo di trading sulle piattaforme decentralizzate esistenti. Il minor numero di clienti sugli scambi decentralizzati porta a volumi di scambio molto inferiori rispetto a quelli centralizzati.

Ciò significa che trovare un commercio adeguato può essere un problema. Ciò influisce anche sulla liquidità, poiché avere un volume di scambi inferiore rende difficile per coloro che cercano di vendere criptovaluta e liquidare in contanti. Gli scambi decentralizzati sono anche afflitti da tempi di scambio più lunghi, i trader devono attendere il completamento delle transazioni di criptovaluta e fiat prima di finalizzare uno scambio.

Pertanto, i trader che necessitano di tempi di negoziazione rapidi per trarre profitto dai movimenti di mercato incontreranno difficoltà nel raggiungere questo obiettivo su uno scambio decentralizzato. Infine, gli scambi decentralizzati attualmente mancano di operazioni di trading avanzate come il trading con margine e gli stop loss, rendendo meno conveniente per i trader professionisti utilizzare la piattaforma decentralizzata.

Gli scambi decentralizzati possono elencare qualsiasi ICO o token perché non devono essere conformi alle normative governative in quanto non esiste un singolo punto di errore nel loro modello.

Esempi di scambi e protocolli decentralizzati includono: Cryptobridge, EtherDelta, Bisq, 0x, OasisDex, Kyber Network, Bancor Protocol, WavesDex, OmegaOne, Altcoin.io, BarterDex ecc..

Conclusione

Il principio su cui si basavano blockchain e criptovaluta era quello del decentramento. Tuttavia, questo stesso concetto non è stato esteso alle pratiche commerciali che si verificano in questo spazio.

Gli scambi decentralizzati continuano a essere oscurati a causa dei loro pari centralizzati, che attualmente offrono migliori opzioni di trading e liquidità.

Immagine in primo piano: 8bitmen

Previous Post
(Parte IV) Como e onde comprar EOS (EOS)
Next Post
1xBit: Онлайн спортни залагания за собственици на крипто