15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://harowo.com 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Coinfloor e Coinbase in espansione nei mercati del Regno Unito

Coinfloor e Coinbase si espandono nel Regno Unito

Le istituzioni finanziarie del Regno Unito sono famose per rendere difficile la vita delle persone che lavorano con Bitcoin. Congelano gli account, inseriscono nella lista nera i titolari di criptovaluta e fondamentalmente condividono le informazioni tra loro per impedire agli utenti di criptovaluta di detenere conti bancari. A causa di questo atteggiamento generale, è abbastanza sorprendente vedere che sia Coinfloor che Coinbase stanno cercando di espandersi nei mercati del Regno Unito.

Atteggiamenti ostili nei confronti di Bitcoin nel Regno Unito

Anche i funzionari britannici si sono opposti pubblicamente a Bitcoin. Pur affrontando il rischio finanziario associato alla criptovaluta, il governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, si è pronunciato contro Bitcoin. Ha detto che dovrebbe esserci una maggiore supervisione quando si tratta di Bitcoin e criptovaluta. Ha sottolineato che rintracciare la proprietà delle risorse finanziarie digitali è piuttosto difficile nei mercati delle criptovalute, motivo per cui evasori fiscali e criminali raddoppiano anno dopo anno.

Oltre a questo, anche il Tesoro del Regno Unito si è pronunciato contro Bitcoin e ha avvertito che i regolamenti AML dovrebbero essere aggiornati per includere Bitcoin e altre valute virtuali. La strategia alla base dell’aggiornamento dell’antiriciclaggio con l’inclusione di Bitcoin è stata quella di impedire ai criminali di utilizzare bancomat di criptovaluta per riciclare denaro nel Regno Unito..

Banche contro Bitcoin

Le banche nel Regno Unito sono altrettanto ostili a Bitcoin. Ad esempio, il Lloyds Banking Group ha vietato ai suoi clienti di acquistare bitcoin con le loro carte di credito. Nonostante queste condizioni critiche, due importanti scambi di bitcoin stanno espandendo le loro operazioni e il Regno Unito è al centro della loro espansione. Lo scambio di criptovalute con sede nel Regno Unito, Coinfloor sta lanciando futures su Bitcoin consegnati fisicamente e Coinbase sta collaborando con la banca britannica Barclays.

Abbattere le iniziative Coinfloor e Coinbase nei mercati europei

Coinfloor sta lanciando scambi di futures per asset digitali. La nuova divisione responsabile di questi futures sarà CoinfloorEX. Secondo Mark Lamb, CEO di Coinfloor, la nuova divisione, CoinfloorEX si occuperà generalmente di trader commerciali come hedge fund, società di negoziazione proprietaria, minatori di criptovaluta e un gruppo di investitori al dettaglio.

Alla conferenza annuale della Futures Industry Association a Boca Raton in Florida, Lamb ha dichiarato: “Quando parli con i fornitori di liquidità, dicono tutti la stessa cosa, ovvero che vogliono un contratto futures consegnato fisicamente, in modo che possano coprire la loro esposizione attraverso le borse. “

Futures su pavimento diversi da BME e CBOE

Fino ad ora, CBOE e CME Group Inc sono state le prime ad aprire il trading di futures su Bitcoin negli Stati Uniti, ma questi futures sono regolati in contanti. Significa che la vera criptovaluta non cambia di mano. Nelle parole di Lamb: “Quando parli con i fornitori di liquidità, dicono tutti la stessa cosa, vale a dire che vogliono un contratto futures consegnato fisicamente, in modo che possano coprire la loro esposizione attraverso le borse”. Lamb è anche preoccupato per il processo di regolamento in contanti che può essere manipolato troppo facilmente quando il prezzo degli indici o delle aste nelle borse a pronti si muove. Alcuni attori del mercato possono sfruttare questo aspetto per fissare i prezzi futuri a loro favore.

Tenendo le monete

L’alternativa ai futures di Coinfloor si basa sul possesso delle attività sottostanti. L’exchange offrirà quindi un sistema di custodia di criptovaluta cold storage multi-firma al 100% che intende eliminare il furto di criptovaluta. Ciò contribuirà a garantire il regolamento del contratto quando le parti devono trasferire bitcoin tra di loro.

Coinbase collabora con Barclays

Sulla scia del lancio di CoinfloorEx, anche un altro importante scambio di criptovaluta ruoterà verso i mercati del Regno Unito. Coinbase sta collaborando con Barclays, uno dei principali attori nel settore finanziario del Regno Unito. Secondo un recente rapporto della CNBC, a causa di recenti attività illecite, la maggior parte delle banche britanniche si è astenuta da attività legate alla criptovaluta. Tuttavia, Coinbase è riuscita a collaborare con Barclays.

Questa partnership è la prima del suo genere. Coinbase ritiene che la nuova partnership con Barclays renderà il trading di criptovaluta molto più facile e veloce per investitori e trader in Gran Bretagna. Il CEO di Coinbase nel Regno Unito, Zeeshan Feroz, afferma che la società inizierà con un progetto pilota, consentendo a un numero limitato di utenti istituzionali di utilizzare la piattaforma. Nelle prossime settimane inizieranno ad estendere i loro servizi a tutti i clienti del Regno Unito. I clienti del Regno Unito beneficeranno di trasferimenti bancari più veloci, più sicuri e senza interruzioni.

Coinbase semplifica i depositi ei prelievi Fiat per i clienti del Regno Unito

Oltre ai suoi trasferimenti bancari, Coinbase avrà anche una licenza di moneta elettronica dalla British Financial Conduct Authority (FCA). Utilizzando una licenza di moneta elettronica, lo scambio faciliterà il Faster Payments Scheme (FPS). La licenza di moneta elettronica garantirà l’accesso a più paesi europei, sebbene i termini della Brexit potrebbero cambiare la situazione. Il CEO di Coinbase Zeeshan Feroz afferma anche che la società ha in programma di aumentare il proprio team di circa otto volte.

Nelle stesse parole di Feroz: “Avere pagamenti domestici in GBP con Barclays riduce i costi, migliora l’esperienza del cliente … e rende la transazione più veloce”, aggiungendo “Riteniamo che questo sia un passo importante verso il nostro impegno a rendere la criptovaluta accessibile a tutti”. La partnership tra Coinbase e Barclays è stata un processo lungo. “È un settore completamente nuovo. C’è molta comprensione e gestione del rischio che è necessaria “, ha detto Feroz.

Cambiare gli atteggiamenti

Nonostante questi due annunci, è improbabile che gli atteggiamenti delle autorità e delle banche britanniche cambino. Sembra che l’unico modo in cui sono disposti a tollerare Bitcoin sia attraverso le azioni di società centralizzate che possono essere regolamentate ed estendere i requisiti normativi ai loro clienti. Coloro che credono nelle caratteristiche di Bitcoin come forma P2P di denaro decentralizzato che può fornire un’alternativa alla finanza tradizionale, continueranno a cercare altre alternative per scambiare le loro monete con GBP quando ne hanno bisogno.

Previous Post
Plano de Bitcoin do Partido Pirata da Islândia
Next Post
Kraken и Poloniex се разбиха поради DDoS?